Liquidi, sole, ripetizione part. 2 Trip

130117-1707(002)

 

Il post si chiama anche liquidi perchè oltre alla pioggia incessante di ieri un’altro liquido mi ha dato da pensare.

Questi ultimi tre giorni, nella luce blu elettrico dei bagni di via zamboni 36, molto fassbinder, molto boh, mentre pisciavo l’impossibile (l’importante è sia sempre trasparente, sono molto fissato con questa cosa) ho pensato a cose davvero non consone al bagno. Tipo chi sono cosa faccio, perchè sono qui? E mi domando se in realtà stiamo vivendo un sogno, se in realtà siamo nati addormentati, siamo in un letto in una stanza nera e sogniamo di questa vita che in realtà non stiamo vivendo. poi ci risvegliamo dal sonno nel letto nella stanza nera e moriamo qui nel mondo che diciamo “reale”. Usciamo dalla nostra placenta la coperta nel letto della stanza nera e semplicemente usciamo e ci beviamo un caffè nel bar due piani sotto la stanza nera con il letto. E probabilmente io ordinerei un caffè corretto con uno strano liquore che in quel mondo parallelo forse chiamano Tamburo.

Sarà allora sorseggiando quel caffè che quel mè stesso si domanderà – Ma in realtà sto vivendo un sogno? in realtà sono seduto in una piazza che in un mondo parallelo ha un nome stupidissimo? Magari Piazza Verdi? Magari il mio me vero è là che chiede solo un ombrello per coprirsi dal sole e un pò di sabbia sotto il culo. E quando lui esce dalla piazza io in realtà muoio?

Voi dovete amare voi stessi di amore vero e di sesso vero, dovete giurarlo a voi stessi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s